Crisi economica, le parole-chiave

Recessione, debito, deficit, inflazione, stagflazione. Impariamo a muoverci tra i termini che spaventano gli economisti di tutto il mondo

Pubblicato il in Soldi

parole crisi

Una crisi che sembra senza uscita, resa più fosca dai più recenti dati della situazione economica italiana, che non lasciano presagire nulla di buono. Le speranze di intravvedere le prime timide luci di ripresa dopo il tunnel della peggiore congiuntura economica degli ultimi 70 anni vengono ripetutamente spente da una serie di docce fredde. L'ultima in ordine di tempo viene dal Fondo monetario internazionale che mantiene con segno negativo le stime per il Pil italiano (nel 2013 la riduzione sarà del 1,8% e per l'anno prossimo è prevista una crescita solo dello 0,7%) e mette l'accento sul tasso di disoccupazione attestato al 12,4% nel 2013, in salita rispetto al 10,7% del 2012.


Il debito pubblico segna a giugno 2013 un nuovo record a 2.075,71 miliardi di euro, oltre il 130% del Pil, che registrerà una diminuzione nei prossimi cinque anni ma mantiene il 30% delle probabilità di restare sopra il 120% nel 2017 e il 50% delle possibilità di superare il 116%.

Ma per sapere "di cosa è fatta" la crisi occorre capire i concetti di base. Vediamoli più in dettaglio.


come domarla
L'inflazione
Il rischio opposto
La deflazione
la più temuta
La stagflazione