Aumenta il tasso d'usura, le banche potranno prestare con interessi più alti

in Soldi
Si restringe il campo dell'usura. Detta così potrebbe sembrare una vittoria. Ma non lo è, almeno non perché sia stata sconfitta una piaga che si allarga in tempi di crisi. E' stato invece alzato il tetto oltre il quale i tassi su un prestito, un mutuo o uno scoperto di conto corrente si considerano usurari. Un po' come stabilire che l'aria di una città è più respirabile solo elevando il livello di inquinanti ufficialmente tollerato.

Il decreto sviluppo, che sta per essere convertito definitivamente in legge, stabilisce dei nuovi metodi di calcolo del tasso dell'interesse massimo applicabile da banche e finanziarie:

  prima dell'entrata in vigore del decreto il tasso era considerato usurario se superava di oltre il 50% il tasso di interesse medio elaborato dalla Banca d'Italia;

  ora il tasso-soglia viene calcolato aumentando del 25% il tasso di interesse medio a cui si aggiunge un margine fisso di 4 punti percentuali (ma con una differenza massima di 8 punti tra tasso medio e massimo).

Esempio:
  
  tasso medio per un mutuo a tasso fisso:5%

  tasso d'usura col vecchio metodo:5% + (50% di 5 =) 2,5% = 7,5%

  tasso d'usura col nuovo metodo: 5% + (25% di 5 =) 1,25% + 4% = 10,25%

Lo scopo dichiarato del provvedimento è quello di liberare le mani all'economia permettendo l'accesso al credito anche anche alle aziende con un profilo di rischio più elevato. Con questa norma infatti anche i soggetti più "rischiosi" pagando un interesse più alto possono ricevere prestiti. Ma il rischio è appunto quello di moltiplicare i rischi di insolvenza e aumentare l'instabilità del sistema.

I tassi d'usura luglio-settembre 2011

Bankitalia rileva trimestralmente i tassi effettivi globali medi (Tegm) praticati sul mercato calcolando, oltre al tasso di interesse nominale, anche tutti gli altri costi che incidono sull'operazione (spese di finanziamento, polizze assicurative, compensi di mediazione e tutte le forme di remunerazione diverse dal tasso di interesse). Dal 1° luglio al 30 settembre 2011 questi sono i Tegm e i relativi tassi d'usura per i diversi tipi di rapporti finanziamento:

Categorie di operazioni

Classi d'importo
(in euro)

Tassi medi
annui (%)

Limite
d'usura (%)
Conti correnti garantiti e non garantiti
- fino a 5.000
11,24
18,0500

- oltre 5.000
9,27
15,5875
Scoperti senza affidamento
- fino a 1.500
14,6522,3125

- oltre 1.500
13,9421,4250
Anticipi e sconti
- fino a 5.000
7,33


- da 5.000 a 100.000
5,93


- oltre 100.000
4,12

Factoring
- fino a 50.000
5,28


- oltre 50.000
3,57

Crediti personali

11,2018,0000
Altri finanziamenti alle famiglie e alle imprese

10,9617,7000
Prestiti con cessione del quinto
   dello stipendio e della pensione

- fino a 5.000

13,61

21,0125

- oltre 5.000
11,04 17,8000
Credito finalizzato all'acquisto rateale
- fino a 5.000
12,2019,2500

- oltre 5.000
10,5517,1875
Credito revolving
- fino a 5.000
17,6525,6500

- oltre 5.000
12,6319,7875
Mutui



  - a tasso fisso

5,1510,4375
  - a tasso variabile

3,197,9875

(A.D.M.)