Passera: Nessuna scorciatoia per la crescita vera

Pubblicato il in QuiFinanza | Fonte: TMNews

"Nessuna scorciatoia: la crescita vera non si fa con gli annunci, schioccando le dita. Questo decreto contiene mesi di lavoro e riforme profonde. Su questo fronte l'impegno del Governo è continuo, non esistono fasi 1 e 2. Fin dal 'salva Italia' abbiamo inserito 14 miliardi per la riforma fiscale della crescita e altri 20 per il credito alle Pmi con garanzia dello Stato. Da allora non ci siamo mai fermati". Lo afferma il ministro dello Sviluppo Corrado Passera in un'intervista al Corriere della Sera. Tra le misure a cui ha dovuto rinunciare "il credito d'imposta per l'innovazione, che valeva 6-700 milioni. Ma è solo un rinvio, in attesa delle risorse che verranno da review e dismissioni". Gli 80 miliardi attivati su cui il segretario del Pdl Angelino Alfano si è mostrato scettico, Passera replica: "La stima che mi hanno chiesto in conferenza stampa riguarda sia le norme che mettono a disposizione delle imprese nuovi strumenti di finanziamento, sia quelle che attivano o accelerano nuovi investimenti. Riteniamo che project bond, cambiali finanziarie, obbligazioni permetteranno alle imprese di raccogliere mezzi finanziari per almeno una quarantina di miliardi". E gli altri quaranta? "Anche questa è una stima degli effetti economici che possono derivare dalle agevolazioni per gli interventi di ristrutturazione ed efficientamento energetico, dal Piano Città, dai progetti finanziabili dal nuovo Fondo per la Crescita sostenibile, dalla defiscalizzazione in campo infrastrutturale, dallo sblocco di molti cantieri energetici. Ci aspettiamo poi effetti positivi - più difficile da stimare - da agevolazioni sulle assunzioni, riforma del diritto fallimentare, accelerazione della giustizia civile, nuovi contratti di programma, semplificazioni procedurali".