In Italia multe troppo salate, il Parlamento propone degli sconti. Sei d'accordo?

in Soldi
Un modo insolito per andare incontro al cittadino già tartassato su altri versanti: abbassare le multe per le infrazioni stradali.

Che ne pensi? Partecipa al dibattito

Potrebbe essere liquidata come una proposta "da bar" se non venisse dal presidente della Commissione trasporti della Camera, Mario Valducci, che ha ufficialmente annunciato che è si sta lavorando per alleggerire la pressione sugli automobilisti.

Insomma, un'inversione di rotta epocale: sarebbe il primo caso di riduzione delle sanzioni nella storia della circolazione stradale.

L'annuncio è arrivato nel corso di un convegno organizzato dal Diss - Centro di sicurezza stradale di Parma. Valducci è convinto che le sanzioni siano "in molti casi eccessive" e ha affermato che "si sta lavorando per una riduzione degli importi".

Gli ultimi inasprimenti

Proposta ancora più singolare se si pensa che le sanzioni hanno subito vari inasprimenti negli ultimi anni con una serie di modifiche al Codice della strada. In particolare sono state rese più pesanti le multe per:
eccesso di velocità superiore ai 40 km all'ora: 500 euro (prima erano 370);
guida in stato di ebbrezza:
   - lieve (tasso alcolemico da 0,51 a 0,8 gr/lt): da 500 e 2.000 euro, sospensione della patente
     da 3 a 6 mesi;
   - medio (da 0,8 a 1,5 gr/lt): da 800 a 3.200 euro, arresto fino a 6 mesi, sospensione della patente
     da 6 a 12 mesi;
   - grave (oltre 1,5 gr/lt): da 1.500 a 6.000 euro, arresto fino a 1 anno, sospensione della patente
     da 1 a 2 anni;
motorini truccati: sanzioni decuplicate per l'elaborazione dei ciclomotori, si arriva fino a 3.119 euro di multa.

Sconti fino al 20% per il pagamento immediato

Lo sconto riguarderà innanzitutto chi paga la multa subito con bancomat o carta di credito, direttamente all’agente che rileva l'infrazione. "In questo modo - prosegue Valducci - l’automobilista potrà pagare immediatamente la multa con una riduzione che può andare dal 10 al 20%, a seconda della tipologia dell’infrazione". Un modo per "velocizzare i pagamenti delle multe da parte dei cittadini che così pagheranno di meno, mentre i comuni potranno incassare prima i soldi delle multe".

Il discorso vale anche per le contravvenzioni tramite autovelox: "Si riceve a casa il bollettino e si può pagare subito, entro 5 giorni, con la riduzione dell’importo".

Le multe vanno davvero abbassate?

Siamo ancora al livello di ipotesi ma la strada sembra imboccata. Silvia Velo, vicepresidente della Commissione trasporti, ribadisce che "siamo arrivati al limite della decenza sulle sanzioni. E' inutile continuare ad infierire sugli automobilisti".

Ma non per tutti si tratta di sanzioni eccessive. Chi l'ha detto che le multe devono seguire il costo della vita? La sicurezza stradale, ad esempio, ha un valore più grande. E certe infrazioni risultano particolarmente odiose: per i furbi che sfrecciano sulla corsia di emergenza quando tutti sono fermi in coda, per esempio, 398 euro di multa sono davvero troppi? (A.D.M.)