Titoli Italia

Rc auto, da gennaio stop al rinnovo automatico della polizza. Alla scadenza sequestro dell'auto

I contratti di assicurazione avranno sempre durata annuale e sarà nulla la clausola di tacito rinnovo. Addio alla copertura automatica di 15 giorni dopo la scadenza

Pubblicato il in Soldi

rc auto copertura automatica

E' una di quelle date da segnare subito sul calendario del nuovo anno. Dal 1° gennaio dimenticarsi del giorno di scadenza della polizza auto può costare caro: 800 euro di multa e il sequestro del veicolo. E' l'effetto della norma che prevede la fine del rinnovo automatico dell'assicurazione auto. Una regola per togliere un altro vincolo all'assicurato e facilitargli il passaggio da una compagnia all'altra a tutto vantaggio delle sue tasche e della concorrenza nel mercato assicurativo. Ma meno vincoli significa anche maggiori responsabilità, altrimenti il  vantaggio può trasformarsi in pericolo.

La novità è contenuta nel secondo decreto sviluppo del governo Monti, entrato definitivamente in vigore lo scorso 17 dicembre. Ma divieto di tacito rinnovo significa anche fine della copertura automatica nei 15 giorni dopo la scadenza della polizza. Gli automobilisti distratti, oltre alle sanzioni previste dal Codice della strada dal giorno successivo alla scadenza, rischiano la mancata copertura assicurativa in caso di incidente.

Multa e sequestro del veicolo dal giorno della scadenza

Secondo quanto stabilito dall'art. 22 del decreto sviluppo, i contratti di assicurazione per le responsabilità civili nella circolazione dei veicoli (più conosciuti come polizze Rc auto) non potranno più avere durata pluriennale e non potranno contenere la clausola di tacito rinnovo (tali clausole saranno considerate automaticamente nulle). Per le clausole di tacito rinnovo contenute nei contratti stipulati prima del 20 ottobre 2012, la nullità scatterà solo a partire dal 1° gennaio 2013.

Ciò significa che alla scadenza della polizza non opererà più la regola del "silenzio-assenso" e il cliente non avrà più l'obbligo di inviare una raccomandata almeno 15 giorni prima per disdire la polizza.

Ma c'è il rovescio della medaglia. Il rinnovo automatico dava anche un'estensione automatica della copertura per altri 15 giorni dopo la scadenza in caso di ritardo nel pagamento del premio. Una tolleranza di cui dal prossimo anno l'assicurato non potrà più beneficiare: l'assicurazione decade a tutti gli effetti il giorno della scadenza della polizza. Brutta notizia per i distratti: oltre al rischio di un sinistro non coperto, la mancanza di assicurazione di un veicolo comporta una sanzione di 798 euro e il sequestro immediato del veicolo. (A.D.M.)