Rc auto, no al rinnovo automatico ma confermata la copertura di 15 giorni dopo la scadenza

in Soldi

Contrordine sull'assicurazione auto: i distratti possono ancora dormire tranquilli. Almeno per due settimane dopo la scadenza della polizza. Le nuove regole introdotte dal decreto sviluppo bis del governo Monti che prevedono la fine del rinnovo tacito e automatico del contratto assicurativo non avranno effetto - al contrario di quanto si pensava inizialmente - sulla proroga della copertura per 15 giorni, che resta sempre operativa.

A chiarire questo importante punto è intervenuta una circolare del Ministero dell'Interno rivolta a tutte le sedi della polizia stradale e delle forze dell'ordine. Infatti la mancata copertura assicurativa, oltre a esporre l'automobilista alla sua responsabilità civile verso terzi in caso di incidente, lo rende passibile di pesanti sanzioni: 798 euro di multa e il sequestro immediato del veicolo.

Per le compagnie preavviso
e proroga obbligatori


Ma se la polizza è scaduta da meno di 15 giorni la copertura sussiste sempre. Si legge nella circolare:

"l'impresa di assicurazione è tenuta ad avvisare il contraente della scadenza del contratto con preavviso di almeno 30 giorni e nel contempo a mantenere comunque operante la garanzia prestata con il precedente contratto assicurativo fino all'effetto della nuova polizza ovvero fino al quindicesimo giorno successivo alla scadenza del contratto stesso".

In sostanza l'assicurato ha 15 giorni di proroga gratuita della vecchia polizza per stipulare un nuovo contratto (o rinnovare il precedente). Durante questo periodo potrà circolare tranquillamente esibendo in caso di controllo il certificato e il contrassegno scaduti.

La fine del rinnovo automatico della polizza auto previsto dall'art. 22 del decreto sviluppo dovrebbe aumentare la possibilita per l'assicurato di passare da una compagnia all'altra, stimolando così la concorrenza del settore assicurativo e di conseguenza la riduzione delle tariffe. (A.D.M.)