La pensione si allontana: ecco chi andrà in pensione un po' più tardi

Cambia musica, in fatto di pensione, per attori, cantanti, orchestrali e ballerini. Ma anche per poligrafici, marittimi, sportivi e addetti ai servizi di trasporto. Il Decreto che introduce il nuovo regolamento prevede l'aggiornamento dei requisiti basati sull'aspettativa di vita per il pensionamento di alcune categorie di lavoratori, e completa l'adeguamento alla riforma Fornero. Le nuove regole si applicheranno a partire da gennaio.
Con l'aiuto del Sole 24 Ore illustriamo in sintesi i principali requisiti per la pensione di vecchiaia per le categorie che facevano parte di fondi particolari, ora confluiti nell'Inps. Un intervento necessario ma definito "timido" che 'dimentica' il comparto difesa e sicurezza.


Fonte LaPresse

Spedizionieri e personale viaggiante

Gli spedizionieri doganali andranno in pensione di vecchiaia a 66 anni. Nello stesso tempo è concessa loro la totalizzazione, cioè la somma gratuita dei contributi accreditati in gestioni differenti.
Gli addetti ai pubblici servizi di trasporto, raggiungeranno la pensione di vecchiaia con 5 anni di anticipo rispetto a tutti gli altri: vale a dire che dal 2014 un uomo potrà andare in pensione a 61 anni e tre mesi (si dovrà capire se resta valido da subito l'aggancio alla speranza di vita).